[REQ_ERR: 403] [KTrafficClient] Something is wrong. Enable debug mode to see the reason. Agricoltura convenzionale vs. biologica – Organic Store

Le pratiche di agricoltura biologica sono progettate per incoraggiare la conservazione del suolo e dell’acqua e ridurre l’inquinamento. Gli agricoltori che coltivano prodotti biologici e carne non usano metodi convenzionali per fertilizzare, controllare le erbacce o prevenire le malattie del bestiame. Ad esempio, invece di utilizzare diserbanti chimici, gli agricoltori biologici possono condurre rotazioni delle colture più sofisticate e spargere pacciame o letame per tenere a bada le erbacce.

La differenza essenziale tra l’agricoltura biologica e quella convenzionale è che l’agricoltura convenzionale si basa sull’intervento chimico per combattere parassiti ed erbacce e forniscono nutrimento alle piante. Ciò significa pesticidi sintetici, erbicidi e fertilizzanti. L’agricoltura biologica si basa su principi naturali come biodiversità e compostaggio invece di produrre cibo sano e abbondante.

È importante sottolineare che “la produzione biologica non è semplicemente l’elusione degli input chimici convenzionali, né la sostituzione degli input naturali con quelli sintetici. Gli agricoltori biologici applicano tecniche utilizzate per la prima volta migliaia di anni fa, come la rotazione delle colture e l’uso di concimi animali compostati e colture di concime verde, in modi economicamente sostenibili nel mondo di oggi. Nella produzione biologica, viene enfatizzata la salute generale del sistema e l’interazione delle pratiche di gestione è la preoccupazione principale. I produttori biologici implementano un’ampia gamma di strategie per sviluppare e mantenere la diversità biologica e ripristinare la fertilità del suolo